Snam, leader europeo nella realizzazione e gestione integrata delle infrastrutture del gas naturale, è proprietaria della rete di gasdotti più estesa e accessibile d’Europa, di un sistema di stoccaggio del gas tra i più importanti a livello continentale (con una capacità di 16,5 miliardi di metri cubi) e del primo terminal GNL costruito in Italia. Gli investimenti della società sono finalizzati a sostenere lo sviluppo delle infrastrutture italiane e la loro interconnessione con quelle europee, rafforzando la sicurezza, la flessibilità e la liquidità dell’intero sistema gas. Con le sue 3.000 persone, è attiva nel trasporto, nello stoccaggio e nella rigassificazione. È inoltre presente attraverso sue partecipate in Austria (TAG e GCA), Francia (TIGF), Regno Unito (Interconnector UK) ed è azionista nel gasdotto TAP. Dal 2001 è quotata sul mercato azionario italiano nell’indice FTSE MIB della Borsa Italiana.

Immagine Di rappresentazione Azienda

Le attività del Gruppo

Snam Rete Gas

Da oltre settant’anni Snam Rete Gas progetta, realizza e gestisce le infrastrutture per il trasporto del gas naturale, garantendo al Paese forniture stabili attraverso un costante miglioramento del sistema. La rete di metanodotti, realizzata nel rispetto dell'ambiente e dei territori attraversati, si estende per oltre 32.500 chilometri su gran parte del territorio nazionale: un network integrato gestito da 8 distretti locali con funzioni di supervisione e controllo delle attività dei centri di manutenzione e da un centro di dispacciamento che coordina gli 11 impianti di compressione.
Snam Rete Gas prende in carico il gas naturale presso i punti di consegna, situati in connessione con le linee di importazione dalla Russia, dal Nord Europa e dal Nord Africa, con gli impianti di rigassificazione e i centri di produzione e di stoccaggio dislocati in Italia. Il gas viene quindi trasportato e reso disponibile, sulla base delle indicazioni degli shipper (le società che si occupano di commercializzare il gas), presso i punti di riconsegna connessi alle reti di distribuzione locale e alle grandi utenze industriali e termoelettriche. L’accesso al servizio di trasporto è sottoposto a regolazione, così come le tariffe, che vengono definite sulla base di criteri chiari e trasparenti stabiliti dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas.

Approfondisci

Stogit

Stogit è il maggior player italiano ed europeo nell'attività di stoccaggio del gas, in cui opera in regime di concessione. Per lo stoccaggio, Stogit riutilizza giacimenti esauriti di metano, senza alterare lo stato dei luoghi e conservando il gas nella stessa condizione di sicurezza in cui la natura lo ha custodito per milioni di anni. Con la messa in esercizio dell'impianto di Bordolano, sono 9 i giacimenti attivi (5 in Lombardia, 3 in Emilia Romagna e 1 in Abruzzo), grazie ai quali la Società mette a disposizione del mercato, secondo criteri di efficienza tecnica ed economica, le capacità di stoccaggio di cui dispone. Per farlo utilizza un sistema integrato formato dai giacimenti, dove il gas è immagazzinato, e dagli impianti di trattamento e compressione, che lo rendono conforme ai requisiti di qualità, pressione e temperatura necessari all’immissione nella rete di trasporto. Il dispacciamento operativo, situato presso la sede di Crema, controlla l’intero network mediante un sistema di telecontrollo all'avanguardia. Tra le diverse attività regolate del settore gas, lo stoccaggio svolge un ruolo particolarmente importante poiché consente di compensare le differenze tra offerta e domanda di gas e quindi di garantire continuità di fornitura. Nel periodo estivo, quando la domanda è minore, il gas viene stoccato in giacimenti ormai esauriti, mentre durante l’inverno viene estratto e immesso in rete per soddisfare la maggior domanda da parte dei consumatori finali.

Approfondisci

Gnl Italia

Gnl Italia è attiva nella rigassificazione del gas naturale liquefatto e opera nello stabilimento di Panigaglia (La Spezia), il primo impianto di rigassificazione operativo in Italia. Costituita in società nel 2001 per gestire le attività sino ad allora svolte da Rete Gas Italia (poi nominata Snam Rete Gas) nel settore della rigassificazione del gas naturale liquefatto, oggi Gnl Italia rappresenta un polo di eccellenza del settore. Il terminal di Panigaglia ha una capacità di rigassificazione di 3,5 miliardi di metri cubi di gas all’anno e rappresenta un punto d’ingresso del gas complementare ai metanodotti di importazione dall’estero. Il gas, che giunge al terminal allo stato liquido attraverso le navi metaniere, viene riportato al suo naturale stato gassoso e quindi immesso nella rete nazionale di trasporto. La convenienza del GNL risiede nel fatto che il volume del gas si riduce di circa 600 volte, rendendo economico il trasporto via mare e permettendo l’importazione di gas da quei paesi produttori non direttamente collegabili con metanodotti.

Approfondisci

Snam è leader in Europa nella realizzazione e gestione integrata delle infrastrutture del gas naturale. A tutela della sicurezza energetica del Paese da oltre 70 anni, la nostra vision è promuovere lo sviluppo di una rete europea del gas.

Per la trasmissione e il mantenimento delle Regulated Information Snam S.p.A si avvale dei servizi SDIR-NIS e NIS-Storage, gestiti da BIt Market Services, società del Gruppo London Stock Exchange, avente sede in Milano, Piazza degli Affari n. 6.